WHO Graph Covid-10

I morti per Covid-19 non sono di più

E’ probabile che i dati sui morti per Coronavirus in Italia siano inferiori a quanto riferito dalla Protezione Civile, che comunque nei suoi comunicato stampa aggiunge sempre la postilla “questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso”.

Partendo da due fonti, l’SISMG (Sistema di sorveglianza della mortalità giornaliera) l’ISTAT, ho confrontato la mortalità media di marzo negli ultimo anni con quella del marzo 2020.

Secondo il rapporto del SISMG del 7 aprile, l’incremento dei decessi nelle città campione nel nord sarebbe 3.590. Le città campione comprendono tutte le grandi città del nord e rappresentano il 36% della popolazione in Nord Italia. Quindi estrapolando il dato dell’incremento dei decessi per tutto il Nord Italia nel mese di marzo 2020 dovrebbe essere 9.972.

Il 1 aprile il rapporto giornaliero della Protezione Civile indicava in 13.155 i morti per Covid-19, di cui 11.170 in Nord Italia. Quindi circa 12% in più dell’incremento di decessi registrato dall’SISMG, rispetto ai cinque anni precedenti. Il rapporto completo del SISMG è reperibile qui.

Secondo i dati ISTAT l’aumento della mortalità totale tra il 1° marzo e il 4 aprile sarebbe “almeno il 20 per cento” rispetto alla media osservata in Italia per lo stesso periodo nel quinquennio 2015-2019 (fonte). La mortalità totale dello stesso periodo nell’anno precedente è di circa 65.000 morti. Il 20% sarebbe 13.000, in linea con quanto riferito dalla Protezione civile.

Si tratta di dati incompleti e provvisori, tuttavia sufficienti per stimare che i decessi per Coronavirus non sono superiori a quanto riportato dalla Protezione Civile, e forse sono addirittura inferiori.

Aggiornamento del 28 aprile 2020: Su questo argomento è uscito un interessante articolo di Matteo Villa su ISPI che giunge a conclusioni diverse: le morti per Coronavirus in Italia nel periodo 1 marzo 4 aprile 2020 sarebbero sottostimate del 25%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *